Trapelano le prime indiscrezione sul 2017

Visite: 580

Ancora una serata di test in vista del campionato WRC Rally che sta sempre più prendendo forma nei locali di Sessant, ad Asti, dove ha sede lo slot club Calabroni Rossi.
Sono questi giorni di fermento dove alcune indiscrezioni sul futuro regolamento iniziano a farsi largo aumentando l'attesa frenetica di chi sta solo aspettando quale modello di vettura scegliere per iniziare la battaglia a suon di secondi.

Vogliamo così togliere gli indugi e indicare una prima regolamentazione tecnica su questa nuova categoria che sicuramente farà discutere sia per la novità dei modelli che porterà in pista, sia per le soluzion tecniche adottate.
Sentiamo però prima di passare a una secca stesura regolamentare come si è arrivati a queste conclusioni, dalla voce diretta, di uno dei responsabili del progetto Wrc 1600.

"Abbiamo pensato a lungo quale potesse essere la giusta evoluzione del rally slot, sia a livello di Club che a livello nazionale. La fisolofia di chi pratica questo particolare settore, è sempre stata quella di avvicinarsi il più possibile alla realtà e proprio da questo punto siamo partiti per stendere un primo regolamento di cui siamo molto soddisfatti dopo aver fatto numerosi test e prove sul campo.
Innanzi tutto occorre dire che nel corso degli ultimi anni le vere WRC, quelle che di anno in anno si evolvono e corrono il Campionato Mondiale Rally, sono di fatto diventate meno spettacolari e più "pulite" nell'affrontare anche i tratti più difficili della speciale. L'elettronica e la meccanica giocano un ruolo fondamentale e pian piano ci hanno portato alla più recenti Wrc+ che faranno il loro debutto al Montecarlo di quest'anno.
Con questa premessa anche noi abbiamo voluto dare un pò più di spazio all'evoluzione meccanica e tecnica delle vetture presentando un regolamento che permette ai piloti - preparatori di modificare la propria vettura in base al proprio stile di guida senza però farla diventare eccessivamente competitiva rispetto ad altre soluzioni adottate dagli avversari. E così abbiamo permesso l'utilizzo di diversi motori sia a cassa lunga che corta ma con caratteristiche simili, diversi telai, rapporti liberi e perfino cerchi differenti. Tutte queste soluzioni permettono al pilota di avere una vettura molto più personalizzata in base al proprio stile di guida ma alla fine i tempi rispetto agli altri sono praticamente similiti. Ecco che così posso utilizzare la vettura che più mi piace potendo poi migliorarne le prestazioni generiche in base alle esigenze senza più dover per forza scegliere in partenza la vettura migliore. Non abbiamo voluto dare il "libero arbitrio" su tutto ma siamo certi che già con queste modifiche ci sarà da divertirsi"

E allora vediamo nel dettaglio la prima bozza del regolamento tecnico per le vetture WRC 1600

TELAIO:
Modelli ammessi Kill Slot in line e Sloting Plus con banchino rimovibile o fisso in line. Completametne avvitato alla carrozzeria e comunque non basculante

BANCHINO (sui telai Sloting Plus):
Slot.it in line per supporto motore cassa corta o cassa lunga con offset 0.0 oppure 0.5. Completamente avvitato e comunque non basculante

MOTORE:
Slot.it V12 o Boxer sia a cassa aperta che chiusa

RAPPORTI:
Pignone 9 denti corona libera

PICK-UP:
Libero con e senza molla

ASSALI:
Liberi, anche forati, ma di materiale ferroso

CERCHI:
Liberi con dimensione minina di 15.8. Devono essere dello stesso diametro sullo stesso assale ma anche di diametro diverso sui due assali (Ad esempio 15.8 antiriore e 16.5 posteriore). Dove previsto devono essere compresi di inserti

PULEGGE:
Libere ma non dentate. Possono essere montate su un singolo lato o su entrambi i lati della vettura. Elastico libero

GOMME:
Anteriori libere ma almeno rigate. La scolpitura del battistrada deve essere presente e visibile su tutta la circonferenza della gomma.
Posteriori PRS rigate con scritta tassativa verso l'esterno e scolpitura presente e visibile su tutta la circonferenza della gomma.

VARIE:
Nessun peso ammesso. Nessun magnete. Vietati cuscinetti a sfera o boccole eccentriche.

Come scritto poco sopra il regolamento questo è ancora una bozza, diciamo molto verosimile a quello che portà essere il documento conclusivo e ufficiale. Si potrà dunque lavorare sulle vetture per ottenere buone prestazioni dal proprio modello e nello stesso tempo godersi i nuovi modelli di macchine finora sconosciute.
Altre indiscrezioni sul nuovo WRC 1600 ci portano a pensare ad una prima apertura al pubblico delle vetture in concomitanza con un evento nazionale automobilistico dove tutti potranno provare queste soluzioni.

"Stiamo lavorando sodo anche per questo. Per avere una buona base di partenza dobbiamo poter far compiere alle vetture parecchi "chilometri" e il metodo migliore è quello di portare la formula rally WRC 1600 allo scoperto e permettere a tutti di provare, raccogliendo poi le loro impressioni e i commenti. Il tutto per migliorare in futuro cercando di ottenere il massimo"

Vedremo quindi nei prossimi giorni cosa ci riserveranno i ragazzi dello Slot Club Asti Calabroni Rossi. Appuntamento quindi a giovedì prossimo!