Primi rally test Wrc 1600

Visite: 558

Ultimo appuntamento dell'anno bollente quello di giovedì 29 dicembre dove, nei locali di Sessant, presso lo slot club astigiano, sono andati in scena i primi test effettuati con le vetture rally della categoria Wrc 1600. Una nuova categoria ma soprattutto nuove vetture che almeno a prima vista dovrebbero poter competere ad armi pari e fare tornare la voglia a molti di rimettersi in discussione non solamente contro gli avversari, ma anche contro il cronometro.

In bella vista hanno fatto la loro apparizione vetture che fino a questo momento non eravamo abituati a utilizzare.
Al posto della solita Subaru, prima Ninco e poi Avant Slot, questa volta a farla da padrone sono state la Polo, la Fiesta, e la Ds3. Ancora in fase di preparazione la Mini Jcw che sicuramente sarà oggetto di prove nei prossimi giorni.
Una nuova generazione di vetture, che equipaggiate con il telaio 3d, ha reso brillantemente nelle speciali allestite per l'occasione.

"Stiamo lavorando seriamente e instancabilmente per trovare le soluzioni più vantaggiose per ogni modello, provando diverse configurazioni. Al momento abbiamo visto che i telai 3d di Sloting Plus permettono una facile adattabilità al 4wd senza dover modificare nulla. Al vaglio anche i telai di Kill Slot, valida alternativa ai precedenti, e siamo certi di poter offrire nel giro di qualche settimana, i primi risultati attendibili. Intanto abbiamo provato motori, dimensione dei cerchi e gomme in modo da non tralasciare nulla. Sfide dirette tra le vetture con diverse soluzioni. Tempi alla mano tutte si sono dimostrate facili e veloci. Ci siamo davvero divertiti e siamo sicuri che presto faremo divertire tutti con questa nuova formula"

Ma come vanno queste nuove vetture?
"Abbiamo cercato di mantenere fede alla realtà, come nel vero mondo dei rally. Non volevamo prendere nuove vetture per farle ritornare, a livello di prestazioni, come le precedenti. Non avrebbe avuto senso. Il nostro intento è quello di dare nuove emozioni di guida, nuove sensazioni. Le nuove Wrc 1600 saranno infatti macchine più briose, scattanti che permetteranno di andare forte ma allo stesso tempo dovranno essere guidate con più concentrazione per non commettere errori. Come nella realtà, dove la minor cilindrata non ha influito sulle prestazioni, anzi, ancora oggi con le Wrc+ sta aumentando di cavalleria, anche qui, nel rally slot le vetture saranno equipaggiate con un motore a cassa corta, più piccolo ma dalle prestazioni superiori. Sul cronometro tutto questo si traduce in pochi decimi di differenza dalle prestazioni delle vecchie Wrc ma vi assicuro che guidarle ... e guidarle forte è davvero entusiasmante. Abbiamo fatto provare le vetture in questa configurazione e da subito c'è stato feeling. Se si guida alla vecchia maniera queste vanno forte e sono stabili. Se però si vuole attaccare, qui di "cavalli sotto il cofano" ce n'è in abbondanza e quindi si ha la possibilità di fare perzzi di speciale sui rettilinei e curve medie a grandi velocità"

I Calabroni Rossi hanno sempre creduto nel settore del Rally Slot e la loro voglia di riportare in vetta questa particolare disciplina sarà sicurametne contagiosa per molti.
Intanto vi lasciamo a qualche immagine della serata che sicurametne metterà a tutti l'acquolina in bocca.