Il ritorno di Maggiora sulle speciali astigiane

Visite: 633

Sono bastate due gare per rivedere lo squalo in azione. Partito leggermente attardato sulle prime speciali della serata ha saputo riconquistare il podio per poi mantenerlo saldo fino alla fine. Ledda che sembrava avere la gara in tasca, partito per primo dopo il riordino, perde terreno man mano e si ritrova quarto. Una gara vissuta senza un attimo di tregua da i continui colpi di scena e dai numerosi outsider che hanno saputo movimentare la classifica.

Tra tutti Vai, che con la Subaru Wrc, si impone a podio con un brillante secondo posto.
Il rally parte da subito sotto la stella di Ledda. Il pilota torinese, alla guida della Peugeot 307 Wrc, riesce a mettere tutti dietro sulla prima speciale della serata. Maggiora non è da meno sulla seconda mentre Torchio fa suo il terzo tratto cronometrato della gara. Intanto alle loro spalle molti sono i colpi di scena.
Soprattutto sorprende Massasso, a bordo della C4 Wrc Citroen, non riesce a trovare il giusto ritmo e conclude le prove sempre fra le ultime posizioni. Problemi sicurametne di assetto che non gli consentono di lottare fra i primi. A farne le spese è anche il "compagno di vettura" Finale. Se nella prima Ps lo vediamo brillante al sencondo posto, sono bastate a lui pochi tratti cronometrati per precipitare nelle retrovie.
Per lui, non solamente problemi di assetto, ma anche di trazione alla ruota posteriore destra che non gli permettono di trovare il gap corretto per attaccare.
Nella PS4 Ledda torna davanti a tutti mentre Maggiora insegue. Al terzo posto di speciale si inserisce Vai che preoccupa non poco Torchio.
Il terzetto si ripete anche nella PS5, seppur a posizioni diverse, e mentre Torchio commette alcuni errori di troppo, Vai lo supera nella classifica assolutaprovvisoria.
Ma è lo stesso Torchio a vincere la speciale successiva cercando così di recuperare parte del gap da Vai e non perdere la possibilità di entrare nella prima batteria prima del riordino.

Si rientra in gara con Ledda che parte per primo e sente la pressione della posizione, tantè che commette qualche errore.
Torchio e Bottino ne approfittano subito finendo primo e secondo della PS7. Vai non si fa sorprendere e mantiere il ritmo con il terzo posto.
Maggiora vede l'opportunità e non se la fa scappare. Mentre Ledda arranca a metà classifica, lo Squallo si concede la vittoria nella PS8 andando a superare Ledda nella classifica assoluta. Ne approfittano anche Torchio e Bottino, rispettivamente secondo e terzo.
Torchio vede la possibilità del podio, approfittando degli errori di Ledda e come Maggiora nella speciale precedente, si lancia all'attacco vincendo la speciale. Vai non lo molla, preoccupato di un possibile ritorno e così conclude alle sue spalle.
La lotta per le posizioni a podio è serrata. Vai vince la PS10 mentre Torchio insegue in seconda posizone. Maggiora intanto lasica spazio Ledda che si piazza terzo.
Defaiance per Ledda nella PS 11. Torchio, che parte dopo, vede l'errore e capisce di poterlo superare se non commette errori. Ce la fa ma perde la possibilità di attaccare la seconda posizione, guidando cauto.
Ancora Vai nella power stage. Vince la speciale facendo pieno bottino di punti.

La gara va a Maggiora che precede a podio Vai e Torchio.
Ora nella classifica generale conduce Maggiora di 25 punti su Vai e Finale, appaiati. Torchio è terzo ma il suo distacco dal primo iniizia a farsi pesante.
Ledda può impensierire Torchio ma allo stesso tempo è attaccato da Bottino, mentre Massasso e Orzano sono racchiusi in una manciata di punti.
Per la classifica generale assoluta vi rimandiamo comunque al link.

Se invece volete vedere il cronologico della seconda gara del Campionato rally 4wd Winter Cup il collegamento lo trovate cliccando qui.