Cerca
Close this search box.

In 13 al via. il più veloce è Maggiora

Gare sempre più avvincenti. Piloti sempre più veloci e competitivi.

Apriamo questo articolo con una piccola riflessione che ci dovrebbe rendere orgogliosi l’un l’altro per il lavoro fatto fino a questo punto e che speriamo ci possa portare ulteriori soddisfazioni.

Avere al via di una gara di club ben 13 partecipanti, tutti appartenenti ai Calabroni Rossi, ci incoraggia a non mollare sulla strada che abbiamo intrapreso e che oggi inizia a dare le prime soddisfazioni. Si, perchè avere molti iscritti ad una gara permette a tutti di trovare la propria dimensione di gara e di guida.

Ed è così che nascono i duelli interni non solo per i posti di alta classifica, ma anche per quelli di metà e fine. Se poi ci si aggiunge anche la possibilità di una scelta della vettura mettendo quel pizzico in più di strategia, si ottiene un mix perfetto che ieri sera ha fatto divertire tutti i piloti.

Al via sicuramente c’era già da aspettarsi chi poteva essere il papabile vincitore di serata e che alla fine non ha certo smentito le aspettative.

Maggiora infatti ha centrato l’obiettivo della vittoria sia in gara uno con la Legend che in gara due con la Mitsubishi Lancer. poco spazio agli avversari con Finale che in gara uno ha deciso di far scendere sulle tortuose piste astigiane una Ferrari 308 Gtb ancora in fase di sviluppo ma che ha sasputo offrire ottimi spunti per le gare future.

Sempre in gara uno Torchio rompe la vettura ufficiale e si deve accontentare di un muletto non troppo performante. Ledda ne approfitta e si porta a casa la vittoria ma dobbiamo essere sinceri e dire che la sua C4 era velamente veloce e il gradino più alto del podio è stato sicuramente strameritato.

Peccato per Mollo che a due Ps dalla fine deve cedere il passo a Massasso nella 4Wd per via di un grano della corona che ha improvvisamente deciso di non serrarsi più in modo corretto sull’assale posteriore, facendo slittare a vuoto le ruote della Citroen Xsara Scx.

Sempre veloce nonostate il poco allenamento, Vai. Una simbiosi perfetta con una vettura che già inpassato gli ha consegnato nelle mani grandi soddisfazioni ma che ora inizia ad accusare un pò il peso del tempo passato. Parliamo della sua Opel Manta 400 Avant Slot quasi del tutto in configurazione da scatola.

In gara due è Torchio il più veloce nell’assoluta, portando così a casa il primo gradino del podio della Legend. Maggiora si concede il bis di vittorie con il primo posto nella 4Wd.

In questa seconda parte di serata Mollo non si fa sorprendere e con una Lancia 037 molto performante nelle sue mani arriva secondo di categoria e terzo assoluto battento sia Finale che Ledda.

Non mancano le “scaramucce” nelle immediate retrovie dove troviamo ottimi tempi da parte di tutti. Sorge, Bottino, Massasso ma anche Spada, Bodo e Ballocci riescono a piazzare tempi importanti anche se per loro manca ancora l’essere constanti con il rendimento per tutta la durata della gara.

Fabrizio Demattey, ultimo arrivo in nello Slot Club Astigiano inizia a muovere i primi passi anche in queste specialità un pò più “guidate” rispetto alla pista e nonostante qualche incertezza, più che dovuta, riesce a togliersi qualche soddisfazione.

La gara valida anche per il Giro d’italia non muta la classifica generale assoluta con Torchio in testa di oltre 1 minuto inseguito da Finale e Maggiora, poi Ledda e Mollo a chiudere le prime 5 posizioni.

Prossima settimana ancora rally ma con le vetture più performanti appartenenti alle Wrc che correranno insieme alle sorelline della 2WD.
Ci divertiremo? Venite a scoprirlo!

Consulta le classifiche

Condividi l'articolo se lo trovi interessante:

Facebook
Twitter
Pinterest
WhatsApp
Focus on

Potresti essere interessato a ....

Buona la prima per la GT3

Maggiora non smentisce le attese del pre-gara Con il 2024 si affaccia sul tracciato astigiano dei Calabroni Rossi una nuova categoria che vuole fare da “ponte” tra le vetture super

Leggi tutto »