Il ruggito della Pantera

Poche le novità, grandi bagarre!

Niente di nuovo in questa seconda gara di Campionato Legend che ha visto sulla pedana di partenza sfilare anche Giorgio Gabetti, presidente della DueGi Sport di Moncalieri, nota agli appassionati di rally essendo infatti una delle molte realtà piemontesi impegnati a 360° nell’attività sportiva motoristica.

E come sempre troviamo Maggiora a guidare la classifica finale che però, questa volta, si è lasciato “punzecchaire” da Torchio in qualche occasione, alla guida questa volta di una Zero37 ancora in fase embrionale ma già decisamente competitiva, che a sua volta ha dovuto guardarsi le spalle da Bottino. Proprio lui con la Lanzia Stratos ha iniziato ad impensierire fin dalla prima prova speciale dimostrando di poter tenere agevolmente il passo dei primi.

Insieme a loro anche Mollo. La scorsa volta ha voluto provare la Lancia Delta ma per questa seconda gara ha preferito ritornare sulla decisamente più affidabile Zero che gli ha infatti permesso di conquistare la prima batteria e battagliare per il podio ancora una volta.

Maggiora fa sue le speciali. Dietro la lotta si sviluppa con un’alternanza di tempi veloci fra Bottino, Mollo e Torchio. Ancora più dietro Massasso, con una macchina a noleggio non riesce a tenere il passo mentre la lotta nelle retrovie scaturisce tra Sorge, Orzano e Spada. Tra loro anche Gabetti che non può fare molto con la sua Delta anche in virtù della sua prima esperienza slottistica in una gara di Campionato Legend.

Torchio recupera qualche cosa e rosicchia la posizione a Bottino che comunque rimane incollato al paraurti del pilota di Vallebaciglio.  A seguito del parco assistenza e riordino di metà gara le posizioni di classifica rimangono per lo più congelate salvo qualche piccola incertezza da parte di qualcuno che comunque viene subito recuperata.

La PS7 e la PS 10 sono valide per il Giro d’Italia. Sulla prima Maggiora commette un paio di errori e Torchio non si lascia sfuggire l’occasione di vincere il tratto cronometrato e ridurre il gap nella classifica assoluta. Poi nella successiva, la 10, Maggiora recupera qualche cosa ma alla fine il calcolo matematico va a favore di Torchio che recuperaun paio di secondi.

Benissimo anche per Mollo che si porta in quarta posizione alle spalle di Finale distanziato solamente di 1″. Poi Sorge che scavalca Massasso caduto in 6° posizione.

La classifica si anima ed entra quasi al suo giro di boa ma con un lungo campionato tutto potrebbe ancora succedere.

Condividi l'articolo se lo trovi interessante:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Focus on

Potresti essere interessato a ....

A Torchio va la 500

Si conclude anche il secondo campionato con la vittoria di Torchio Nel trofeo monomarca dedicato alle piccoline di casa NSR, le Abarth 500, c’è stata una predominanza del pilota di

Leggi tutto »

Finale ci prova

ma vince … “pianella” Ci ha abituati a dei recuperi in gara che solo luoi può fare. Ci ha fatto vedere che è possibile recuperare secondi persi in qualche uscita

Leggi tutto »