Che rally sarebbe senza tifo

Niente pass per gli spettatori ed appassionati in miniatura

In questo periodo risulta difficoltoso spostarsi e muoversi liberamente lungo le speciali di un rally. Quante volte nell’ultimo periodo abbiamo sentito pronunciare o letto le parole “evento a porte chiuse”?
Mai come questa volta la fantasia supera la realtà. Pubblico, fotografi e semplici appassionati li possiamo vedere ammassati  all’uscita di tornanti in zone pericolose e spesso vietate, solo qui, nelle nostre prove speciali in miniatura che fanno bella mostra di se ora che stiamo tornando ad una pseudo normalità.
 
E così, in questo nostro modo un pò ironico, un pò burlesco, omaggiare chi in passato faceva chilometri e chilometri tra colline, boschi, prati, lungo pendii soscesi e sentieri improponibili, anche solo per vedere il passaggio veloce della loro vettura preferita o tifare il pilota amico.
 
Questo è il nostro modo di omaggiare i tanti che oggi sono li a bordo strada ad aspettare un definitivo via libera per riprendere nella normalità di sempre il tifo di prima.
 
Noi dello slot club Asti abbiamo ripreso da poco la nostra attività di Club e con noi anche tutto il nostro tifo … seppunr in scala ridotta!
 

Condividi l'articolo se lo trovi interessante:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Focus on

Potresti essere interessato a ....

A Torchio va la 500

Si conclude anche il secondo campionato con la vittoria di Torchio Nel trofeo monomarca dedicato alle piccoline di casa NSR, le Abarth 500, c’è stata una predominanza del pilota di

Leggi tutto »

Finale ci prova

ma vince … “pianella” Ci ha abituati a dei recuperi in gara che solo luoi può fare. Ci ha fatto vedere che è possibile recuperare secondi persi in qualche uscita

Leggi tutto »